«Misurare è la chiave. Se non si misura non si può controllare. Se non si può controllare non si può gestire. Se non si può gestire non si può migliorare».
H. J. Harrington

 

La strategia che proponiamo si sviluppa su tre fasi :

Fase 1:

Check-up, una sorta di istantanea aziendale, che permette di valutare “quanto è già circolare l’azienda” sulla base di quanto messo in campo sui macro-temi propri dell’economia circolare. In questa fase linee sono molti gli aspetti da tenere in considerazione, nello specifico:

  • L’approccio sistemico e la visione olistica d’impresa
  • L’innovazione ve la digitalizzazione dei serivizi
  • La simbiosi industriale e la capacità di creare valore condiviso
  • La trasparenza e la tracciabilità dei flussi di materia
  • La gestione responsabile delle risorse aziendali
  • La capacità di creare e di ottimizzare il valore dalle/delle proprie risorse

 

Fase 2:

In una seconda fase viene misurato il gap rispetto ad un “optimum circolare” e di conseguenza le possibili azioni che l’organizzazione può attuare per minimizzarlo, riducendo ad esempio lo spreco di risorse e valorizzando gli scarti generati dai processi e dai prodotti offerti al mercato. Il protocollo adottato per la misurazione è stato “ingegnerizzato” dai Nostri tecnici a partire dalla norma inglese BS8001:2017

 

Fase 3:

Diffusione e promozione agli stakeholder dei risultati raggiunti dall’organizzazione. La comunicazione realizzata mediante un “linguaggio comune” tra produttori e consumatori, di fatto i protagonisti della rivoluzione economica in atto, è fondamentale e rappresenta la vera chiave del successo.

Per ulteriori approfondimenti scarica la presentazione del nostro Protocollo di Misura del Grado di Circolarità in formato pdf

LE ULTIME NOTIZIE

Leggi tutte le news